Archivi categoria: Pane

Pane Casareccio di Genzano IGP

Il Pane Casareccio di Genzano IGP è prodotto nel solo comune di Genzano, in provincia di Roma. I suoi ingredienti sono farina 0 o 00, lievito naturale, sale, acqua e cruschello di grano, ha una forma a pagnotta tonda o in filone, con crosta scura e fine, mollica soffice e il suo profumo ricorda quello del cereale. Solitamente viene fatto lievitare due volte e infine cotto in forni a legna.
Nel 1997 è stato iscritto nell’elenco delle Indicazioni Geografiche Protette (IGP).

Pane di Matera IGP

Il Pane di Matera IGP è il pane ottenuto tramite un’antico processo di lavorazione tipico della città di Matera. La sua forma è a cornetto oppure a pane alto, mollica di colore giallo paglierino e caratteristica principale è la scelta del grano di vecchie varietà, che conferiscono al pane il gusto e il sapore unico che lo contraddistingue. Si produce con acqua, semola di grano duro, sale e lievito madre ed è conservabile fino a 7 giorni.
Nel 2008 è stato iscritto nell’elenco delle Indicazioni Geografiche Protette (IGP).

Pagnotta del Dittaino DOP

La Pagnotta del Dittaino DOP è prodotto tipico delle province di Enna e Catania. Ha una caratteristica forma tondeggiante ed è un pane ottenuto da un particolare processo di lavorazione, basato sull’utilizzo del lievito naturale e della semola rimacinata di grano duro. Ha un colore giallo tenue e la mollica ha un’alveolatura fine ed uniforme. Nel 2009 ha ottenuto il riconoscimento DOP.

Focaccia di Recco col formaggio IGP

La Focaccia di Recco col formaggio IGP è un prodotto di panetteria del comune di Recco sito in provincia di Genova. E’ ottenuto dalla lavorazione di un impasto a base di farina di grano tenero, olio extra vergine di oliva italiano, acqua, sale, farcito con formaggio fresco e successivamente cotto in forno. Un  prodotto semplice, sano, lontano da ogni sofisticazione, eppure così difficile da riprodurre, che solo grazie alla manualità con la quale i focacciai del luogo tirano le sfoglie, veri e propri veli che riescono a maneggiare senza rompere, riesce a diventare il prodotto di eccellenza che conosciamo.
Nel 2015 è stato iscritto nell’elenco delle Indicazioni Geografiche Protette (IGP).

www.focacciadirecco.it

Piadina Romagnola IGP

La Piadina Romagnola IGP è un prodotto tipico dell’Emilia Romagna, nelle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Bologna.
Gli ingredienti base della Piadina Romagnola sono farina di grano tenero, acqua, sale e grassi. Dopo l’impasto e la porzionatura in pani o palline, il passo successivo è la laminatura con mattarello manuale oppure laminatrice meccanica e successivamente la cottura su un piano a 200-250° per un massimo di 4 minuti. Due sono le tipologie di Piadina Romagnola: quella con diametro minore, ma più spessa e alla Riminese con un diametro maggiore, ma più sottile.
Nel 2014 è stato iscritto nell’elenco delle Indicazioni Geografiche Protette (IGP).

www.consorziopiadinaromagnola.it

Pane di Altamura DOP

Il Pane di Altamura DOP è prodotto nella provincia di Bari, nei comuni di Altamura, Gravina di Puglia, Poggiorsini, Spinazzola e Minervino Murge. La materia prima consiste in un macinato di semola di grano duro con il quale viene creato l’impasto aggiungendo lievito madre, sale e acqua, l’operazione di impasto deve durare 20 minuti utilizzando una impastatrice. Terminato l’impasto, viene coperto con un telo di cotone per ottenere una lievitazione ad una certa temperatura e deve riposare per almeno 90 minuti. A questo punto viene pesato e fatto rilievitare per altri 30 minuti. Prima di essere infornata, la pagnotta viene capovolta e fatta cuocere a forno aperto per i primi 15 minuti e poi a forno chiuso per altri 45 minuti. A cottura ultimata le pagnotte vengono poste su assi di legno e lasciate asciugare.
Nel 2003 ha ottenuto il riconoscimento DOP.

www.panealtamuradop.it

Coppia Ferrarese IGP

La Coppia Ferrarese IGP è un pane tipico ferrarese ed è un prodotto di panetteria la cui produzione ricade nella provincia di Ferrara. Si produce con farina, acqua, strutto, olio extravergine di oliva, lievito madre, sale e malto. Gli ingredienti vengono lavorati in una impastatrice e poi la pasta viene stirata e tagliata a strisce per poi formare le “coppie”, vengono messe a lievitare in una apposita macchina e infine infornate. La fragranza della coppia si ha nel giorno stesso in cui viene prodotta, infatti non possono essere vendute dopo le 24 ore dalla produzione, ma si possono comunque conservare in un sacchetto di carta per alcuni giorni.
Nel 2001 è stato iscritto nell’elenco delle Indicazioni Geografiche Protette (IGP).